Coronavirus e assistenza domiciliare: le richieste dei pazienti

Misure urgenti per garantire continuità terapeutica e assistenziale per tutte quelle persone che sono costrette a restare a casa per l’epidemia COVID19.

Sessantuno associazioni di pazienti, tra le quali CIDP Italia, l’hanno chiesta con una lettera che è stata inviata l’11 marzo 2020 al Presidente del Consiglio, al Ministro della Salute, al presidente della Conferenza Stato-Regioni e al presidente dell’Associazione Nazionale dei Comuni.

Le associazioni hanno chiesto una norma nazionale a supporto della continuità assistenziale in tutte le Regioni. Chiesta inoltre la possibilità di spostare sul territorio, attraverso il potenziamento dell’assistenza domiciliare, la somministrazione dei farmaci in fascia “H” somministrabili al domicilio in sicurezza. Chieste inoltre misure di sostegno per l’accompagnamento “protetto” presso gli ospedali.

Un approfondimento è pubblicato sul sito di Quotidiano Sanità da cui abbiamo tratto il testo qui sopra.