Nuovo statuto: cosa cambia

Denominazione

La denominazione dell’associazione passa da “CIDP Italia” a “CIDP Italia APS”. Nei fatti non cambia nulla perché l’associazione era già una associazione di promozione sociale iscritta nel registro regionale. Sino all’iscrizione nel registro del terzo settore l’associazione sarà ancora una ONLUS.

Scopi, finalità, attività

Non cambia nulla

Soci e sostenitori

Prima vi era una sola categoria di soci. Ora i soci si dividono in “Soci” che sono le persone che versano la quota associativa ma non svolgono attività e i “Volontari” che sono i soci che mettono il proprio tempo a disposizione dell’associazione. Le persone che pur non essendo soci effettuano una erogazione a favore dell’associazione o ci destinano il loro 5 per mille sono dette “Sostenitori”. In dettaglio abbiamo

Sostenitori 

Tutte quelle persone che, condividendone gli ideali, danno un loro contributo economico libero e volontario. I sostenitori non sono associati. Non hanno diritto di voto, non hanno il diritto di elettorato attivo e passivo, ma hanno il diritto ad essere informati delle iniziative che vengono di volta in volta intraprese dall’associazione.

Soci

Chiunque, purché maggiorenne, può associarsi.  La domanda si inoltra al Direttivo tramite il sito www.cidp.it.  Alla domanda va allegata la ricevuta del versamento della quota associativa annuale. I soci hanno il diritto di: essere informati su tutte le attività ed iniziative dell’associazione; partecipare con diritto di voto alle assemblee; essere eletti alle cariche sociali; svolgere le attività comunemente concordate. I soci sono obbligati al rispetto delle regole interne e al versamento annuale della quota associativa

Volontari
E’ un socio che presta, per libera scelta ed in modo personale, attività spontanea, gratuita, senza fini di lucro, neanche indiretti, ed esclusivamente per fini di solidarietà. L’attività del volontario non può essere retribuita in alcun modo nemmeno dal beneficiario. I volontari sono assicurati contro gli infortuni e le malattie, connessi allo svolgimento dell’attività stessa, nonché per la responsabilità civile verso terzi. Il volontario ha diritto: ad accedere ai documenti relativi alle attività assegnate; supporto alla formazione e a rappresentare l’associazione in iniziative ed eventi. Il volontario si impegna a svolgere la propria attività nell’ambito delle direttive ricevute e a non porre in essere comportamenti che possano causare un danno di immagine o patrimoniale all’associazione.

Organi sociali

Nei fatti non cambia nulla. E’ prevista l’istituzione dell’Organo di controllo e il revisore dei conti al superamento dei limiti fissati dalla legge.

I compiti dell’assemblea e del direttivo restano invariati. Sono solo esplicitate meglio le funzioni. I quorum di funzionamento degli organi restano invariati

Il numero massimo di deleghe per l’assemblea è fissato nel numero di 3

Lo statuto aggiornato sarà disponibile sul sito a breve.